azadì

 

 

 

azadi 2

 

“Libertà” Zehra Dogan, pittrice curda e attivista per i diritti delle donne è in carcere da 12 mesi per i suoi dipinti. Le sono stati vietati pennelli e matite, ma continua a dipingere con bevande, cibo e sangue mestruale.

http://espresso.repubblica.it/visioni/2018/05/25/news/in-carcere-per-un-disegno-ora-dipinge-col-sangue-1.322879

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...